September 20, 2016

I 6 punti da tenere a mente per compilare in modo efficiente il proprio profilo su Linkedin

Come una buona presentazione costituisce l’incipit positivo della" job interview", così un profilo personale dettagliato e completo al 100%, aumenta la possibilità di essere contattati.

LinkedIn, il famoso social network dedicato al mondo del lavoro.

LinkedIn viene utilizzato in tutto il mondo per connettere tra loro utenti interessati a diffondere o acquisire informazioni inerenti la domanda/offerta di lavoro. In pochi anni la società che gestisce il servizio, con sede negli Stati Uniti d’America, ha raggiunto cifre da capogiro, sia nella quantità degli aderenti che in fatturato. Il social conta milioni di utenti, distribuiti in oltre duecento paesi dei cinque continenti. Il numero degli iscritti cresce, secondo informazioni attendibili provenienti da fonti giornalistiche e “digital agency”, al ritmo vertiginoso di circa un milione a settimana.

Il colloquio di lavoro si fa digitale.

Il social LinkedIn rappresenta un utilissimo “biglietto da visita” da pensare come un “colloquio di lavoro” che avvenga nel mondo virtuale invece che in quello reale. Come una buona presentazione costituisce l’incipit positivo della" job interview", così un profilo personale dettagliato e completo al 100%, aumenta la possibilità di essere contattati.

6 Step da seguire per centrare l’obbiettivo professionale.

  1. Rilasciate dati anagrafici corretti, completi di indirizzo, titolo di studio ed eventuale posizione lavorativa ricoperta. Scegliete una lingua preferita e create più profili in più lingue, tutti associati ad un unico account.
  2. Arricchite le informazioni base con le competenze e le esperienze lavorative maturate in modo da offrire di voi l’immagine di una persona appassionata, creativa, curiosa nella vita, e responsabile, organizzata, esperta, nel lavoro. Descrivete, sinteticamente, interessi personali ed hobby. Abbondate nelle informazioni che identificano la vostra personalità, non tralasciando l’uso di parole chiave.
  3. Inserite una vostra foto profilo. Gli account in cui compaiono immagini sono decisamente i più visitati.
  4. Costruite una rete di contatti professionali in grado di attestare la vostra reputazione. Cercate di ampliarla e di aggiornarla costantemente.  
  5. Create “Gruppi” in cui “condividere” contenuti, idee e lavori. Chiedete feedback  ai vostri contatti e ricambiateli. Il feedback positivo aggiunge valore al curriculum vitae. Solo nelle apposite pagine a ciò destinate rilasciate o richiedete “segnalazioni” e “raccomandazioni”, tipo una breve lettera di presentazione o di referenze da parte di un ex datore di lavoro.
  6. Avvaletevi dell’offerta di consulenza che LinkedIn offre a privati e ad aziende. Le “Aziende” hanno il loro spazio promozionale dove presentare sé stesse e proporre aggiornamenti, sempre settoriali e professionali. L’offerta di servizi di consulenza le aiuta a scegliere i candidati idonei e la pubblicità è intesa ad offrire ai marketer nuovi contatti con partner e consumatori.